QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Giorgio e Nadia, 60 anni insieme


Giorgio e Nadia, 60 anni insieme
In occasione delle Nozze di Diamante dei coniugi ravennati, la Casa residenza anziani Santa Chiara ha organizzato la «Festa dell'Amore»
 L'hanno chiamata «Festa dell'Amore» quella organizzata nei giorni scorsi alla Cra Santa Chiara di Ravenna per celebrare le Nozze di Diamante di Giorgio Arceri e Nadia Bassi, rispettivamente di 90 e 79 anni. I coniugi, che solo da poche settimane vivono separati dopo l'ingresso di Giorgio in struttura, si sono sposati 60 anni fa e hanno percorso un lungo tratto di vita insieme. Giorgio infatti, originario di Olevano Romano (Roma), fece il corso da sottoufficiale a Nettuno ed entrò nella Polizia. A quel punto iniziarono i trasferimenti, da Roma fino a Ferrara, città natale di Nadia, che conobbe quando lei aveva solo 16 anni. Successivamente Giorgio diventò Maresciallo della Polizia Stradale di Ravenna. I coniugi hanno due figlie, Monica e Patrizia, e tre nipoti.

«Le Nozze di Diamante di Giorgio e Nadia sono per noi una bella occasione per celebrare l'amore coniugale ma anche l'amore per i genitori, per i figli, per i nonni, gli zii… insomma l'amore per l'altro - ha sottolineato Michela Caponera, coordinatrice responsabile della Cra Santa Chiara -. Sappiamo che stare qui non è facile, perché significa aver raggiunto un'età importante, un'età in cui bisogna fare i conti col passato, con una vita intera vissuta tra scelte giuste, errori, gioie e rimpianti, un'età in cui dobbiamo accettare le cose che non riusciamo più a fare. Noi Operatori socio sanitari vi accompagniamo per un pezzetto non facile della vita, ma avremo svolto il nostro compito con successo se saremo riusciti a farvi rivivere l'amore, quello che ci mantiene vivi per sempre. Per questo ringraziamo con orgoglio e affetto anche chi ci aiuta attraverso l'esempio e attraverso atti concreti di generosità, come chi in questi anni ci ha donato ausili importanti o fatto donazioni. Grazie a Nadia e a Giorgio che celebrano qui con noi i loro 60 anni di matrimonio e alle figlie Monica e Patrizia che hanno ispirato questa bellissima giornata».

Indietro   Stampa