QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Fatturato a 16 milioni per Arco Trasporti


Fatturato a 16 milioni per Arco Trasporti
Fattore trainante per la cooperativa è stata l'implementazione del comparto repackaging
Per la cooperativa Arco Trasporti di Cotignola il 2017 è stato un anno molto positivo. Chiuderlo con un fatturato di oltre 16 milioni di euro e un +3,5% rispetto al 2016 non può che lasciare grande soddisfazione, soprattutto per una realtà così consolidata nel territorio e con oltre quarant'anni di attività alle spalle. A costituire un fattore trainante nel bilancio complessivo della cooperativa è l'implementazione del settore del repackaging, che ha permesso ad Arco Trasporti di confermarsi come operatore logistico a 360 gradi, capace di rivolgersi anche a clienti “di nicchia”, in particolare del settore alimentare, che hanno la necessità di usufruire di questo tipo di servizio. 

Dati e cifre sono stati presentati ai soci nel dicembre scorso, alla presenza di Davide Cassani, ex ciclista professionista per 14 anni e attualmente commissario tecnico della Nazionale Italiana di ciclismo, che è stato premiato con una bicicletta in ceramica. Presenti anche il vicepresidente della Bcc ravennate, forlivese e imolese Giuseppe Gambi, oltre ad alcuni stakeholder invitati per l'occasione.
“L'intervento di Cassani ha coinvolto in maniera eccezionale tutta la platea, facendo tanti riferimenti, confronti e similitudini fra il ciclismo e una realtà cooperativa come la nostra, in cui per 'vincere' è necessario il lavoro di tutta la squadra - ha commentato Sauro Bettoli di Arco Trasporti-. Andare tutti nella stessa direzione avendo in comune lo stesso obiettivo è sicuramente uno dei fattori che costituiscono il successo della cooperativa, in cui si è formata un'ottima squadra con una grande abnegazione al lavoro".
"Importante è stato anche l'intervento del dottor Gambi, che ha espresso grande soddisfazione per quanto fatto in questo 2017 da Arco Trasporti, confermando la vicinanza della Banca di Credito Cooperativo alla nostra attività - conclude Bettoli -. Il nostro è un sodalizio che perdura da anni, quando La Bcc fu l'unica banca a non voltare le spalle alla nostra cooperativa durante il periodo della crisi, dalla quale ora stiamo finalmente uscendo”.
 

Indietro   Stampa